Crea sito

>>Virtual Time – Long Distance

I Virtual Time sono una rock band di Vicenza fondata definitivamente nel 2012 composta da Alessandro Meneghini alla batteria, Luca Gazzola alla chitarra e consolidata successivamente con l’arrivo di Marco Lucchini al basso e il cantante Filippo Lorenzo Mocellin. Lo stile e le influenze della band sono riconducibili alle sonorità anni 70 in tutte le loro varianti: dall’hard rock dei Led Zeppelin e dei Deep Purple al progressive rock dei King Crimson e dei Pink Floyd. ll 12 Marzo è stato rilasciato il loro nuovo album Long Distance ascoltato con molta attenzione da System failure. Quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Fino dalle prime canzoni di quest’album si respira un’aria rock di altri tempi. Le influenze musicali su citate hanno giocato molto sulla resa complessiva del sound di questa band. I riff sono potenti, laceranti, energici. Il cantato eccezionalmente caldo ed appassionante ricorda la voce di Robert Plant. I riff, inoltre, portano alla mente i Led Zeppelin. I Virtual Time sembrano aver imparato alla perfezione la lezione di questi “mostri sacri” del rock. Spumeggianti le evoluzioni sonore in alcuni punti dove affiorano anche chiare influenze progressive e qualcosa di psichedelico.

Non manca la classica ballad: parliamo della stupenda Blow Away, canzone che ci riscalda l’animo e il cuore, canzone alquanto toccante ed emozionante. Waves Are Calling è di grande impeto ed energia come gran parte di questo album. Remember è uno dei migliori pezzi dell’album, un pezzo che oltre ai Led Zeppelin fa pensare anche a Wolfmother, altra band da citare parlando di Virtual Time.

Anche con Fire World II non si scherza: un pezzo sicuramente esaltante, non c’è che dire, primo singolo estratto dall’album che ha portato un’enorme fortuna alla band facendola approdare su Virgin Radio Italy. E si capisce anche perché….E’ una canzone che non passa inosservata, anzi ti gasa proprio…Una particolare menzione la merita I Feel Sad con la sua vibrante energia hard rock che sembra voler spaccare proprio il cuore. Il miglior pezzo a nostro giudizio, senza dubbio. Ultimo pezzo da citare è Dinosaur Jr con le sue roboanti evoluzioni che tanto esalteranno gli amanti di quell’hard rock possente e gagliardo.

E’ proprio questo ultimo aggettivo la parola chiave per descrivere la musica di questa band: è un hard rock “gagliardo”, davvero gagliardo! Anche tanto verace ed entusiasmante. I Virtual Time, nonostante il debito con le band sopra citate, offrono un sound ben definito e riconoscibile e le loro canzoni faranno perdere la testa a tanti. Ci scommettiamo su questo! Il nostro voto? 75/100.

pagina facebook