Crea sito

>>Vincenzo Pizzi – H&R

Vincenzo Pizzi, molisano di nascita e romano di adozione, seppur giovanissimo è già presente da qualche anno sulla scena musicale. Diplomato in musica elettronica presso la Nut Academy di Napoli e laureato in sound design allo IED di Roma è owner della label italiana Pyteca ed ha al suo attivo già molte release su label di assoluta caratura e rispetto come Blackwater Label. La sua musica è un mix di IDM, electro alla quale non mancano influenze techno come si può notare nel suo ultimo EP chiamato H&R (sesta uscita di Pyteca). System failure ha ascoltato H&R e quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

La prima canzone Renato mostra una techno dura, cupa, con una cassa oltremodo martellante. I synth sono avvolgenti e l’incedere della canzone è abbastanza coinvolgente. Poi arriva Misseven & Alfonso The Drummer con un cassa molto potente intervallata da inserti ritmici secchi e accompagnata da spirali sonore ripetitive. Ripetitivi anche gli inserti vocali come nella canzone precedente.

La successiva è Raw Bacon che parte con sonorità quasi impercettibili. Poi entra una cassa potente e sonorità piuttosto cupe. Dopo metà canzone arrivano sonorità taglienti accanto a sonorità tipicamente dance.

Infine c’è Crisalide e qui arrivano sonorità abbastanza ampie ed ambient. Un pezzo sicuramente emozionale e tanto coinvolgente. Qui la cassa, all’inizio, è più “leggera” rispetto alle precedenti e non mancano suggestioni orientaleggianti. Poi arriva una cassa più potente con inserti ritmici abbastanza rigidi. Crisalide è di sicuro l’espressione più ricca ed articolata di questo Ep: è qui che Vincenzo Pizzi diventa senza dubbio interessante. Se con l’intero ep pensiamo ad artisti come The Orb e Orbital con Crisalide pensiamo anche a Godblesscomputers. Altra band che ci è venuta in mente: Autechre.

Quindi, in H&R troviamo cupezza(Renato) come troviamo eleganza e leggiadria(Crisalide). H&R è un ep ricco di stimoli, è un Ep ben fatto e tanti amanti di una certa elettronica di sicuro non lo disprezzeranno. Anzi si affezioneranno ad esso. Ne siamo sicuri!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




*