>>Red Lines – Colder

Questo che vi presentiamo oggi è duo giovanissimo che si trasforma in quartetto nelle performance live. Marianna Pluda, 21 anni bresciana ma residente a Londra, e Simone Apostoli, 17 anni, dopo una breve parentesi come Lazy Jackals, decidono iniziare una collaborazione con l’agenzia musicale VolumeUp formata da Ercole Gentile e Marco Obertini.

I due cambiano nome in Red Lines ed iniziano la scrittura di nuovi brani e la rivisitazione di alcune canzoni del vecchio repertorio dei Lazy Jackals. Questo lavoro sfocerà in 5 brani registrati e mixati c/o il Red Carpet studio da Lorenzo Caperchi. I brani andranno a formare l’omonimo ep d’esordio che verrà pubblicato ad inizio maggio del 2016. A pochi mesi di distanza prende vita il secondo EP ‘Colder‘. I Red Lines propongono un mix tra il pop / rock psichedelico di Tame Impala e Black Angels ed il pop mainstream di Florence and the Machine e Lana del Rey.

System failure ha ascoltato con attenzione Colder e queste che seguono sono le nostre impressioni a riguardo. Con la title-track Colder abbiamo subito a che fare con sonorità anni 80 del secolo scorso, sonorità electro-pop dai colori incredibilmente sgargianti. Il cantato di Marianna Pluda è stupendo, è ammaliante, è davvero coinvolgente e catalizza tanta attenzione. Colder, senza dubbio offre anche suggestioni dream pop.

Con Give You Up abbiamo altre atmosfere soffuse ed incantate in stile dreampop e pensiamo ad artisti come CHVRCHESComputer Magic e Grimes. Questa formazione presenta un sound maturo, un sound ricercato e di respiro internazionale. Con questa band è facile sognare e viaggiare con la mente verso paradisi artificiali dove tutto sembra possibile.

Control (Reprise) è profonda e penetrante con i suoi tappeti sonori di grande effetto, tappeti sonori in parte anche ruvidi che fanno pensare di nuovo a Computer Magic. Quindi il dreampop italiano sembra avere un altro valido elemento da mostrare e su questa webzine siamo molto contenti di parlarne dato che amiamo il dreampop e abbiamo celebrato a dismisura band come Lilies on Mars, Settore Giada, Youvoid e The Psycho Kinder.

Per finire c’è Drowning – Mulai Remix con i suoi zampilli sonori scintillanti e la sua aria molto dance. Allora questa band ci ha stupito molto: Red Lines con Colder ha fatto sicuramente un lavoro egregio, impeccabile. E’ un piacere ospitarli e ascoltarli infinite volte. Li consigliamo vivamente ai nostri lettori e a tutti gli amanti del dreampop.

pagina facebook

https://soundcloud.com/red-lines-830612242/sets/colder