Crea sito

>>Eggsite – Questions – recensione cover

Le domande sono creatrici di vita. Convertono palizzate in strade, siano esse agevoli e pianeggianti o scoscese e perigliose. Le domande sono in simbiosi con quello che nei viaggi sciamanici viene definito “intento”, che è vera e propria scintilla per accendere e accedere ad un nuovo viaggio, ad una nuova strada. Per dirla con Seneca: “Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare”. Qualcuno disse che le domande non sono mai sconvenienti come possono esserlo le risposte. Proprio questo è il fondamento del test di Rorschach, dove le risposte – o meglio le affermazioni – del paziente influiranno sul giudizio psicologico del medico. Quindi si può asserire che il titolo del disco degli Eggsite è invero l’emblema e il fulcro su cui si regge la vita umana. Perchè l’uomo, per mantere la sua energia, necessita di chiedere ed otterrà risposte in ogni caso, siano esse gradevoli o meno.

Rorschach e The Question sono due personaggi, non proprio super-eroi, della DC Comics. Il primo creato da Alan Moore nel 1986 per il mitico Watchmen, basato e profondamente ispirato dal secondo, The Question, creato invece da Steve Ditko nel 1967 inizialmente per Charlton Comics. Che i due abbiano una maschera che ne elimina l’anatomia del volto non sembra essere casuale, la questione è proprio insita nei loro nomi, che sono domande urgenti da risolvere e spesso non porteranno a risolvere, a definirne il contorno; la maschera del primo, infatti, forma delle macchie di inchiostro che mutano con l’umore ed i sentimenti. Nel caso di Walter Joseph Kovacs, alias Rorschach, le risposte all’investigazione di un caso che vede una bambina rapita, si rivelano sconvolgenti e drammatiche, ridefinendo la sua personalità: egli diviene violento e spietato. Le domande quindi aprono infinite strade, le risposte a volte decidono quali di esse vanno percorse. Nella saga DC Comics “52”, The Question, parlando alla detective Montoya, apre una parantesi che sembra spiegare l’infinito della vita: “(…) la maggior parte delle risposte conducono ad altre domande”. Perchè la ricerca di se stessi fa di un uomo un uomo cosciente, immortale ed infinito. La domanda ai test di Rorschach rimane sempre la stessa: cosa vedi?
di Alberto Massaccesi

link alla fonte: http://www.artovercovers.com/2017/05/02/questions-eggsite/

Anno d’uscita: 2017
Sito web: http://www.facebook.com/eggsite